Differenze tra laser diodo e luce pulsata.

di | 18 Ottobre 2017

Laser diodo e luce pulsata, quali sono le 5 più importanti differenze?

Prima di tutto partiamo da alcune considerazioni puramente anatomiche:

II pelo è una struttura cheratinizzata prodotta dall’epidermide. Le sue principali funzioni sono di protezione termica e meccanica. Il pelo è impiantato nel derma, più o meno obliquamente, per invaginazione dell’epidermide. E’ costituito da un fusto che fuoriesce dalla superficie della cute, che è propriamente detto pelo, e da una parte invisibile impiantata più o meno in profondità. Qui si trova la radice del pelo contenuta in un “sacco” chiamato follicolo pilifero. L’estremità inferiore della radice (il bulbo) riceve il nutrimento della papilla vascolare.

Il bulbo dei follicoli piliferi terminali in fase ANAGEN si localizza nel sottocute ad una PROFONDITA’ che varia da 2,5 A 7 mm, in base alla sede anatomica il bulbo dei peli vello si trova nel DERMA a ca 1,5-2 mm di PROFONDITA’.

Il follicolo non produce il pelo in modo continuo, ha un’attività ciclica, caratterizzata dall’alternanza di periodi di crescita con periodi di riposo.
L’attività di ciascun follicolo è indipendente da quella dei follicoli vicini, per cui in una stessa area i follicoli limitrofi si trovano in fasi differenti del ciclo.

Il ciclo follicolare è costituito da TRE FASI:
1.Fase ANAGEN o di crescita
2.Fase CATAGEN o di involuzione
3.Fase TELOGEN o di riposo

La fotoepilazione ha lo scopo di provocare una graduale e permanente eliminazione dei peli superflui nelle varie zone del viso e del corpo.

 

L’energia luminosa generata dai sistemi laser e luce pulsata ha come bersaglio “cromoforo” la melanina contenuta nei peli che viene colpita in maniera selettiva.

L’obiettivo è quello di distruggere il bulbo pilifero in modo PERMANENTE e che non possa più generare il follicolo.

La melanina non è presente solo nel pelo, ma anche nella pelle! La diversa concentrazione di melanina nella pelle determina il FOTOTIPO.

Ma passiamo ora a definire le 5 principali differenze tra laser diodo e luce pulsata:

Andiamo ad analizzare la tabella:

EFFICACIA: Il laser diodo 810nm Elysion-pro, riesce a scaricare fino a 450 Joule per centimetro quadrato ogni 3 secondi mentre la luce pulsata nelle stesso tempo max 26 Joule , quindi il laser diodo è oltre15 volte più potente.

 

DOLORE DURANTE IL TRATTAMENTO: Il laser diodo 808nm è praticamente indolore rispetto alla luce pulsata perché grazie alla maggiore selettività della luce, circa il 90% dell’energia scaricata va a colpire il bulbo pilifero e solo per il 10% la pelle.

 

SI POSSONO EFFETTUARE SEDUTE DURANTE TUTTO L’ANNO?: Con il laser diodo 808nm SI perché si trattano praticamente tutti i fototipi (esclusi solo 1 e 6) anche se abbronzati, mentre con la luce pulsata non essendo trattabili tutti i fototipi è consigliabile interrompere i trattamenti durante il periodo estivo.

 

FREQUENZA SEDUTE: La seconda va effettuata a distanza di 50/60 giorni dalla prima, nelle sedute successive, con il laser diodo 810nm Elysion-pro, i tempi di ricrescita si allungano progressivamente di seduta in seduta fino al risultato finale, mentre con la luce pulsata le sedute sono mensili.

 

DURATA TRATTAMENTI: Il laser diodo 808nm permette trattamenti 3 volte più veloci rispetto alla luce pulsata.

Insomma, se anche tu confondevi, come spesso mi capita di sentire, laser diodo con luce pulsata…….  Ora dovresti avere più chiare le differenze tra i due trattamenti.

Ti piacerebbe ricevere il “MANUALE DELL EPILAZIONE PERMANENTE RADICALE” ?

Inserisci la tua mail qui sotto:

 

Facebookby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.